Un ambiente fatato, il piccolo giardino interno, decorato di sculture, del Palazzo Venier dei Leoni , sede della Collezione Peggy Guggenheim.

010

Uno straordinario trono bizantino decorato a rilievo
014
fronteggia l’imponente “Pomona” di Marino Marini del 1945,
018
divise dalla liscia superficie di “Two is One “ del 1964 di Isamu Noguchi.
016
Fra il verde delle piante fanno capolino le straordinarie sculture della collezione o in prestito dalla Collezione Nasher.
Bellissima e inquietante la “Tauromacy” di Germaine Richier del 1953
006
accanto a due sculture di Henry Moore “Three Standing Figures”

015
e “Working Model for Oval with Points” del 1968-69.
007
Elegante , classicheggiante il “Chariot” di Fritz Koenig del 1957,
008
sognante la “Large Seated Woman “ del 1947 di Pericle Fazzini.
009

Please follow and like us:
20